Serenissima: l’unboxing del gioco di Dominique Ehrhardt

In questo periodo sono molto attratto dai giochi da tavolo ambientati nel Rinascimento. Dopo avere provato ed apprezzato Vasco Da Gama di Paolo Mori e Navegador di Mac Gerdts, il mio ultimo acquisto è stato Serenissima di Dominique Ehrhardt, localizzato in lingua italiana da Giochi Uniti.

Da 2 a 4 giocatori controllano un impero commerciale nel bacino del Mediterraneo del XV secolo, aprendo rotte mercantili, prendendo possesso dei principali porti e cercando di ostacolare gli avversari sia con blocchi navali e commerciali sia ricorrendo alle maniere forti.

Il gioco mi ha soddisfatto, anche se per ora l’ho provato solo nella modalità con 2 giocatori, che prevede la chiusura di quattro porti sul bellissimo tabellone, splendidamente illustrato.

In attesa di testarlo con il massimo numero di giocatori, Serenissima presenta alcuni aspetti molto interessanti:

– creare un dominio commerciale piccolo ma agguerrito, contro l’opzione di estendere i propri traffici fino ai porti più distanti, ma con il rischio di esporsi agli attacchi degli avversari;

– decidere o meno di fortificare i propri porti, rendendoli difficili da espugnare, si scontra con la scelta di costruire basiliche che non forniscono bonus di difesa, ma fanno fare punti (a differenza dei fortilizi);

– concentrarsi sul commercio del vino e controllare i porti che lo possiedono, sperando di sfruttare la carta vino durante le fasi di pesca delle carte doge.

Ho citato solo tre aspetti che mi hanno colpito durante le mie prime partite, ma non dubito che proseguendo nell’esperienza di gioco emergano altre peculiarità di Serenissima.

Un elemento emerso immediatamente nel corso delle prime prove è la marginalità degli scontri. In altre parole, a meno che i giocatori non desiderino menare le mani, l’opzione militare non viene adottata, rendendo Serenissima una specie di solitario di gruppo.

Unboxing di Serenissima

Per i più curiosi, qui di seguito mostro alcune foto dei componenti del gioco di Ehrhardt in una specie di unboxing fotografico.

Il tabellone di Serenissima
La bellissima plancia di Serenissima mostra il bacino del Mediterraneo e le potenze commerciali del XV secolo
La rotella segna punti di Serenissima indica quale galea è attiva. Al termine di un giro completo, si pesca una carta Doge e si verifica l’eventuale conteggio dei punti

Una parola sul regolamento. Molto chiaro e con parecchi esempi. La nota negativa è il font utilizzato: davvero troppo piccolo e la qualità della carta sulla quale è stato stampato. Pare una fotocopia a colori piuttosto che un prodotto editoriale professionale.

Il gioco, regolamento escluso, è del tutto indipendente dalla lingua.

Interessanti sono le note finali dell’autore che spiegano in maniera succinta alcune delle scelte fatte per Serenissima e di come queste si inseriscono nelle meccaniche del gioco.

Il regolamento di Serenissima
Davvero “ammazza diottrie” il font scelto per il regolamento di questo gioco da tavolo

Come ogni buon German che si rispetti, anche Serenissima possiede una dotazione di puzzilli di legno davvero ricca: 30 prismi di legno colorato per i marinai (in quattro colori), cubetti merce e segnalini conta turni.

Galee cariche di marinai e merci si contendono il predominio commerciale dell'isola di Creta
Galee cariche di marinai e merci si contendono il predominio commerciale dell’isola di Creta
I cubi merce di Serenissima
Dall’alto a sinistra i cubi merce utilizzati durante le partite a Serenissima: oro, marmo, legno, pietra, vino e spezie

Il combattimento in Serenissima prevede un tiro simultaneo di dadi tra attaccante e difensore. L’attaccante tira tanti dadi quanti sono i marinai/soldati imbarcati sulla sua galea, meno il numero di spazi che la nave ha dovuto percorrere per ingaggiare battaglia.

I dadi di Serenissima
Ogni teschietto fa perdere un marinaio al giocatore avversario. Una galea senza più marinai affonda!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...