La battaglia della Foresta Cieca: come gli uomini sconfissero i demonolatri

Questa è una cronaca della sanguinosa battaglia della Foresta Cieca, riportata dal saggio viaggiatore e filosofo Muram Ur Mau, figlio della generosa Terra di Terrinoth.

Sorsero dalle colline e dagli anfratti più oscuri. I folli demonolatri Uthuk Y’llan hanno atteso a lungo nascosti nelle tenebre, salmodiando inni blasfemi e accoppiandosi con le creature d’incubo provenienti dall’Abisso. Se un tempo erano stati umani, oggi ogni barlume di bontà e compassione è scomparsa nei loro cuori putridi come i pozzi infernali da dove provengono i loro signori.

I racconti raccapriccianti dei pochi sopravvissuti alle scorrerie degli Uthuk Y'llan hanno spinto i valorosi soldati del Forte di Nodgard a marciare in campo aperto per affrontare la minaccia e sconfiggere una volta per tutte i dementi adoratori di demoni
I racconti raccapriccianti dei pochi sopravvissuti alle scorrerie degli Uthuk Y’llan hanno spinto i valorosi soldati del Forte di Nodgard a marciare in campo aperto per affrontare la minaccia e sconfiggere una volta per tutte i dementi adoratori di demoni

Mentre le colonne di arcieri e guardie della cittadella e cavalieri pesantemente armati avanzano verso la Foresta Cieca per ingaggiare combattimento con le bande di cultisti e i mostri loro alleati, si alzano all’orizzonte colonne di fumo nero e oleoso. Le spire salgono al cielo come serpi e il vento porta il fetore della carne carbonizzata e dei paesi bruciati dalla furia degli Uthuk Y’llan.

C’è troppa calma nell’aria …

Nascosti tra le forre boscose e le colline brulle delle terre selvagge attorno alla Foresta Cieca gli Uthuk Y'llan attendono in agguato. Guerrieri dipinti assetati di sangue e arcieri vipera incrociati con i demoni serpente di Maalmord sono pronti a cogliere di sorpresa la colonna di umani in marcia
Nascosti tra le forre boscose e le colline brulle delle terre selvagge attorno alla Foresta Cieca gli Uthuk Y’llan attendono in agguato. Guerrieri dipinti assetati di sangue e arcieri vipera incrociati con i demoni serpente di Maalmord sono pronti a cogliere di sorpresa la colonna di umani in marcia
Bande numerose di arcieri vipera si muovono furtivi tra le rocce spezzate delle antiche colline. Nonostante l'empia sete di sangue e battaglia, che anima questi combattenti incrociati con i demoni rettiliformi di Maalmord, consiglia loro prudenza la presenza tra le fila dell'esercito della Cittadella la presenza di possenti Golem guardiani dalla pelle di pietra percorsa di fulgenti rune protettive
Bande numerose di arcieri vipera si muovono furtivi tra le rocce spezzate delle antiche colline. Nonostante l’empia sete di sangue e battaglia, che anima questi combattenti incrociati con i demoni rettiliformi di Maalmord, consiglia loro prudenza la presenza tra le fila dell’esercito della Cittadella di possenti Golem guardiani dalla pelle di pietra percorsa da fulgenti rune protettive

L’esercito della Cittadella di Nordgard avanza fino ai limiti di un piccolo villaggio ai margini della Foresta Cieca, miracolosamente intatto. Gli abitanti escono dalle loro case, dove si sono barricati, per ammirare stupefatti la marcia di enormi Golem di pietra dai rozzi lineamenti. Le braccia e le gambe di questi colossi, alti due volte e mezzo un uomo, sono percorsi da glifi che risplendono di mistica luce corrusca: retaggio della magia degli antichi a protezione del regno degli uomini.

La marcia dei Golem guardiani!
La marcia dei Golem guardiani!

Il silenzio si spezza, quando gli strepiti selvaggi degli Uthuk Y’llan risuonano per le valli. Nugoli di guerrieri dalla pelle devastata da tatuaggi rituali che ne hanno scarnificato le carni sciamano dalla foresta contro i Golem fermi al limitare del villaggio, mentre dalle colline sibilano centinaia di frecce vipera, il cui morso avvelena il corpo e la mente, provocando la morte tra atroci sofferenze. Chi prevarrà nella battaglia attorno al villaggio?

I Golem caricano gli adoratori dei demoni. Le rune sacre poste su di loro dai maghi bruciano le frecce vipera prima che possano provocare danni e in breve i costrutti distruggono la masnada di cultisti. Sopravvivono solo sparuti gruppi di arcieri, nascosti tra le colline
I Golem caricano gli adoratori dei demoni. Le rune sacre poste su di loro dai maghi bruciano le frecce vipera prima che possano provocare danni e in breve i costrutti distruggono la masnada di cultisti. Sopravvivono solo sparuti gruppi di arcieri, nascosti tra le colline
La battaglia non avviene solo al limitare del villaggio. Gruppi di Uthuk Y'llan si muovono rapidi e silenziosi lungo il Fiume Kaisheen per prendere alla sprovvista il resto dell'esercito proveniente da Nordgard ... e non sono soli!
La battaglia non avviene solo al limitare del villaggio. Gruppi di Uthuk Y’llan si muovono rapidi e silenziosi lungo il Fiume Kaisheen per prendere alla sprovvista il resto dell’esercito proveniente da Nordgard … e non sono soli!

Mentre gli scontri al villaggio terminano con la vittoria degli umani, ai confini della Foresta Cieca gli adoratori dei demoni lanciano un attacco massiccio contro i cavalieri e gli arcieri di Nodgard. L’aria si riempie degli ululati di bestie d’incubo!

Battlelore seconda edizione: l'agguato!
Le truppe degli arcieri vassalli, scarsamente protetti, poco possono fare contro i molossi infernali, generati nei crepacci senza fondo dove dimorano gli oscuri signori degli Uthuk Y’llan.
La Foresta Cieca diventa il teatro di feroci scontri all'ultimo sangue. La valorosa carica dei cavalieri di North Watch, guidata da Ser Milton, Capitano della Cittadella e portatore della Spada Runica, si scontra contro la resistenza di Mietitori si sangue la cui umanità è ormai solo vestigiale. Corna e spine ricoprono la loro pelle, rendendoli pericolosi anche mentre vengono falciati dalla carica di cavalleria
La Foresta Cieca diventa il teatro di feroci scontri all’ultimo sangue. La valorosa carica dei cavalieri di North Watch, guidata da Ser Milton, Capitano della Cittadella e portatore della Spada Runica, si scontra contro la resistenza di Mietitori si sangue la cui umanità è ormai solo vestigiale. Corna e spine ricoprono la loro pelle, rendendoli pericolosi anche mentre vengono falciati dalla carica di cavalleria

La battaglia è senza quartiere. Il terreno è zuppo del sangue dei caduti e le radici degli alberi della Foresta Cieca cresceranno contorte, nutrite da un triste cibo.

Alla fine, la maggiore disciplina militare dei soldati e dei cavalieri della Cittadella ha la meglio contro la furia ossessiva degli Uthuk Y’llan.

Ma c’è ancora uno scontro cruciale.

I malevoli sciamani degli Uthuk Y'llan cantano oscure preghiere alle loro divinità demoniache, mentre torme di molossi infernali si gettano contro i cavalieri alla carica. La Furia degli Y'llan rende i mostri quadrupedi enormemente più forti e feroci. Ma i maghi della Cittadella alzano una barriera sacra con l'aiuto delle rune sacre, disperdendo i sortilegi dei demoni. I cavalieri falciano i mostri. La battaglia è vinta!
I malevoli sciamani degli Uthuk Y’llan cantano oscure preghiere alle loro divinità demoniache, mentre torme di molossi infernali si gettano contro i cavalieri alla carica. La Furia degli Y’llan rende i mostri quadrupedi enormemente più forti e feroci. Ma i maghi della Cittadella alzano una barriera sacra con l’aiuto delle rune sacre, disperdendo i sortilegi dei demoni. I cavalieri falciano i mostri. La battaglia è vinta!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...